CARTA DEI SERVIZI

Il Consultorio è stato istituito nel 1957 ed è stato riconosciuto dalla Regione Veneto ai sensi della legge regionale n. 28/77 e autorizzato ai sensi della legge regionale n. 22/02.

In piena aderenza con le finalità previste dalla normativa nazionale (comprese le previsioni della legge 194/78) e regionale, il Consultorio è una struttura di supporto socio-sanitaria alle relazioni di coppia e di famiglia e opera mediante interventi di consulenza multidisciplinare nonché di iniziative formative, anche in collaborazione con i servizi del territorio.

Le competenze degli operatori riguardano le aree psicologica, medica, sessuologica, legale, ostetrica, di servizio sociale, pedagogica. (Qualora la consulenza del ginecologo evidenzi l’opportunità di visita specialistica, essa ha luogo presso l’ambulatorio dello stesso professionista, come autorizzato in sede regionale.)

Il lavoro multidisciplinare è garantito dai periodici incontri di tutti gli operatori (compresi quelli che assicurano il servizio di segreteria), nel cui ambito si svolgono anche le sedute di supervisione.

L’accesso al Consultorio avviene mediante contatto con la segreteria (contatto telefonico o accesso personale), che provvede a fissare il primo incontro con l’operatore avente la competenza professionale richiesta o una specifica formazione (ad esempio: tematiche dell’adolescenza, mediazione familiare). Nei casi che presentano richieste di meno immediata comprensione, la domanda viene portata all’attenzione del gruppo nel cui ambito è concordata l’assegnazione. (Attenzione viene dedicata ad eventuali esigenze particolari dell’utente, quali, ad esempio, l’orario della consulenza.).

L’orario di apertura della segreteria è reso noto mediante indicazioni sulla targa del Consultorio, apposta al cancello del numero civico 4 di via Orus e nel messaggio registrato in segreteria telefonica. Durante il mese di agosto rimane in funzione la sola segreteria telefonica, che viene ascoltata periodicamente in modo da provvedere a eventuali richieste urgenti.

Oltre alle consulenze previste dalla normativa, il Consultorio assicura interventi di mediazione familiare secondo la specifica metodologia.

Il Consultorio è sede per il Veneto dell’Istituto La Casa di Milano, ente autorizzato dal Ministero per l’adozione internazionale. Il ruolo del Consultorio è di svolgere incontri di sensibilizzazione per le coppie interessate, di supporto alle coppie riconosciute idonee e in attesa dell’assegnazione, di interventi nella fase della post-adozione. Tale attività si svolge in accordo e nel contesto delle iniziative regionali.

Gli psicoterapeuti operanti presso il Consultorio sono disponibili alla presa in carico psicoterapeutica degli utenti che nel corso della relazione di consulenza maturino l’esigenza di interventi più specificatamente di natura terapeutica. In tal caso si instaura un rapporto libero-professionale, non essendo la psicoterapia attività istituzionale dei consultori. Anche gli interventi di psicoterapia possono, su richiesta del terapeuta stesso, essere oggetto della supervisione.

Nell’avvio della relazione di consulenza viene presentato all’utente il documento richiesto dalla normativa vigente sul trattamento dei dati personali, invitandolo a firmare il relativo consenso. Vengono inoltre illustrate la metodologia e le finalità della consulenza, onde verificarne la comprensione e l’adesione.

Nel caso di interruzione del servizio per temporanea indisponibilità del consulente, l’utente viene tempestivamente informato, garantendo in ogni caso la continuità del servizio.

Presso la sede del Consultorio è presente da molti anni un gruppo di operatori impegnato nel campo dell’educazione alla procreazione responsabile e, in particolare, all’insegnamento dei “metodi naturali”. Il gruppo è coordinato da un medico e da una istruttrice del Metodo Billings.
La modalità di accesso è regolata in modo autonomo, con segreteria telefonica. L’orario di presenza delle istruttrici è indicato sulla tabella esposta all’interno della Sede. Il gruppo si riunisce con frequenza quindicinale. Vengono organizzati corsi di informazione per gli utenti e di formazione per gli operatori.

   
© Consultorio UCIPEM - PD